Giro del Veneto: il debutto tricolore di Marco Frigo. Il grande eco mediatico suscitato dal successo centrato domenica a Corsanico (Lu) da Marco Frigo nel Campionato Italiano Under 23 non si è ancora spento e per i ragazzi della Zalf Euromobil Désirée Fior è già tempo di guardare al prossimo appuntamento.
Una vittoria clamorosa quella ottenuta dal 19enne vicentino che proprio oggi, mercoledì 3 luglio, al via del Giro del Veneto, farà il proprio debutto in gruppo con il nuovo completino tricolore confezionato dal maglificio MsTina.
Un kit tricolore, quello realizzato in tempo record dall’azienda del Campione di Francia, Marcel Tinazzi, che testimonia tutto l’orgoglio della Zalf Euromobil Désirée Fior nel poter sfoggiare questo 29esimo titolo nazionale della propria gloriosa storia.
“Sono stati due giorni bellissimi: dopo il rientro dalla Toscana ho ricevuto un sacco di complimenti da amici e conoscenti” ha raccontato, entusiasta, Marco Frigo che ha indossato in anteprima il nuovo kit tricolore. “Vincere domenica è stata una emozione indimenticabile ed è straordinario poter vestire questa maglia per un anno intero. Sarà una responsabilità grandissima per me, perchè sono solo al primo anno tra gli Under 23 e ho bisogno di poter fare ancora tanta esperienza ma, allo stesso tempo, sono pronto a dare il meglio di me per onorare sempre questo tricolore”.
Al Giro del Veneto che scatterà domani alle 13 da Lendinara (Ro), Marco Frigo avrà al proprio fianco gli esperti Francesco Messieri e Marco Landi, oltre al manipolo di Under 23 composto da Pasquale Abenante, Edoardo Faresin, Leonardo Marchiori e Matteo Zurlo.
Questi i sette alfieri scelti dai ds Gianni Faresin, Fabio Mazzer e Luciano Rui per la corsa a tappe che si svolgerà in quattro frazioni che si annunciano tutte esigenti e spettacolari: “Il ritorno del Giro del Veneto è una buona notizia per tutto il movimento, per questo avevamo programmato da tempo la nostra presenza al via. Le prime due tappe con arrivo a Montegrotto e Caldiero potrebbero risolversi anche con una volata di un gruppo piuttosto numeroso; il traguardo di Monte Berico è adatto ai finisseur mentre l’ultima frazione con arrivo sull’Alpe del Nevegal sarà, con ogni probabilità, una questione per scalatori” ha spiegato Luciano Rui. “Per questo motivo schiereremo al via una formazione equilibrata: Marchiori sarà il nostro uomo per le volate, Abenante, Messieri, Landi e Zurlo avranno il compito di inserirsi nelle fughe e a Faresin spetterà il compito di farsi vedere in salita. Frigo, invece, avrà carta bianca: già prima della sua vittoria tricolore avevamo deciso di portarlo a questa corsa per consentirgli di fare esperienza in una gara a tappe. Il nostro programma non cambia e, nonostante la grande attenzione che avrà inevitabilmente addosso, il suo obiettivo in questo Giro del Veneto sarà quello di mettersi alla prova senza alcuna pressione e senza dover cercare il risultato a tutti i costi”.
Mentre i dirigenti della Zalf Euromobil Désirée Fior sono già al lavoro per costruire e programmare la formazione in vista del 2020, dopo il Giro del Veneto il team prenderà parte domenica 7 luglio alla Pessano-Roncola, mentre il 14 luglio sarà la volta dell’appuntamento internazionale con il 34° Giro del Medio Brenta con partenza da Villa del Conte (Pd) e arrivo a Gallio (Vi).

Leggi anche:  Corsanico: Marco Frigo, un tricolore da 100 e lode

Queste le tappe del Giro del Veneto Dilettanti 2019:
Mercoledì 03.07 – 1^ Tappa – Lendinara (Ro) – Montegrotto Terme (Pd) – 143 km
Giovedì 04.07 – 2^ Tappa – Terme di Giunone (Vr) – Caldiero (Vr) – 138 km
Venerdì 05.07 – 3^ Tappa – Montegrotto Terme (Pd) – Vicenza – 154 km
Sabato 06.07 – 4^ Tappa – Belluno – Alpe del Nevegal (Bl) – 152 km