Elezioni 2019 Tezze sul Brenta Luigi Pellanda è candidato sindaco

La sfida per la poltrona di sindaco di Tezze sul Brenta sta arrivando all’epilogo. Nell’incerta volata finale, ogni contendente è pronto ad usare la sua arma vincente. Luigi Pellanda ne dispone diverse nel proprio arsenale. La prima è l’esperienza accumulata in tutti questi anni. Poi, il fatto di avere accanto al proprio nome il simbolo della «Lega» è un’ulteriore spinta soprattutto in questo periodo in cui il partito è ai massimi storici a livello nazionale. Infine, avrà un apripista d’eccezione come il sindaco uscente Valerio Lago, pronto a cedergli la fascia tricolore. Alla presentazione della squadra erano presenti vari esponenti del partito, come gli onorevoli Racchella e Covolo e i sindaci di Rosà, Marostica e Cittadella, che hanno ricordato l’importanza di collaborare con i comuni che parlano la stessa lingua, riportando l’esempio della rotonda di Ca’ Moro dove le amministrazioni di Tezze e Cittadella hanno svolto un eccellente lavoro. Nato nel 1956, Pellanda nella giunta uscente, ha ricoperto l’incarico di assessore e Vicesindaco. La sua squadra si può dire che rappresenti la continuità, dato che ne fanno parte quattro dei cinque assessori uscenti oltre al già citato Valerio Lago.

Cosa l’ha spinta a candidarsi a sindaco?

«La prima cosa è il vedere realizzati i tanti progetti e programmi faticosamente avviati dall’amministrazione uscente, superando le numerose difficoltà di ordine burocratico. Poi c’è l’obiettivo di far crescere una classe dirigente giovane che possa in futuro amministrare il comune di Tezze. Non a caso la nostra squadra è formata anche da volti nuovi e giovani che apportano nuove capacità e competenze al gruppo».

Che programma propone?

«La nostra squadra si presenta agli elettori con un programma incentrato sulla concretezza che deriva dall’esperienza acquisita sul campo, dalla conoscenza delle necessità del territorio e dei reali bisogni della comunità e dei nostri cittadini. Un programma di obiettivi realizzabili basato sulla consapevolezza di ciò che le risorse disponibili ci consentono di fare».

Nel suo programma vengono menzionate molte opere pubbliche.

«C’è in progetto di realizzare la nuova scuola media, e le piste ciclabili che collegano Granella a Tezze, Stroppari a Campagnari, Cusinati a Belvedere; poi il rifacimento dei marciapiedi a Belvedere lungo il lato ovest della statale 47 e la messa in sicurezza dell’incrocio con via Sole. Altro importante impegno che mi preme evidenziare, riguarda la definitiva bonifica dal cromo esavalente dell’area ex P.M. Galvanica per mettere una volta per tutte la parola fine ad una dolorosa ferita del nostro territorio».

Per quanto riguarda il sociale?

«Garantiremo un impegno economico destinato alle scuole materne parrocchiali e tutti i servizi assistenziali ed economici a favore delle persone svantaggiate, nonché il sostegno, anche economico, alle oltre 90 associazioni di volontariato presenti nel territorio che costituiscono il vero valore aggiunto della nostra comunità».

Altro tema molto sentito è la sicurezza.

«Proseguiremo sulla strada già intrapresa, ovvero la lotta alla illegalità e protezione delle nostre case e della nostra gente. Grazie all’azione congiunta delle forze dell’ordine con la nostra polizia locale, contrasteremo il fenomeno dell’immigrazione clandestina, la presenza di campi sosta per nomadi e il fenomeno dei furti nelle abitazioni. Vista la positiva esperienza con il Consorzio Polizia Locale Nord Est Vicentino (NEVI), attueremo la programmazione regionale del Distretto, unitamente a Comuni limitrofi, per razionalizzare i servizi e poter beneficiare dei contributi a ciò destinati. Abbiamo in programma di potenziare il già esistente sistema di videosorveglianza e aumentare i km di fibra ottica. Ciò servirà a facilitare il lavoro delle forze dell’ordine».

Per altre informazioni del programma, ricordiamo gli incontri con la popolazione: 14 maggio in sala Tessarolo, il 16 maggio in sala Stropparo a Stroppari, il 21 maggio nella casetta quartiere sant’Antonio a Cusinati e il 23 maggio nella sala Pasinato a Belvedere. Tutti gli incontri inizieranno alle ore 20.30.