Taglio del nastro, nella mattinata di sabato 30 novembre, per il rinnovato asilo Nido comunale Girotondo.

Taglio del nastro per il nuovo asilo “Girotondo”

Alla presenza dell’intera giunta comunale, del dirigente scolastico, dei responsabili della cooperativa sociale Codess che gestisce la struttura e di numerose famiglie, il sindaco Simone Bontorin ha inaugurato gli spazi che la scorsa estate sono stati oggetto di un significativo intervento di messa a norma e di messa in sicurezza.

Un investimento di oltre 300.000 euro, che ha riqualificato radicalmente la struttura dell’Asilo Nido comunale “Girotondo” di Via Generale Giardino che attualmente ospita una settantina di bambini.

Guardando nel dettaglio gli interventi, è stato realizzato un adeguamento antisismico strutturale con sistema di rafforzamento delle strutture portanti perimetrali e dei pilastri e sono state eseguite le opere murarie necessarie oltre ad un cappotto esterno. Capitolo importante quello delle opere di efficientamento energetico, con un nuovo impianto di riscaldamento/condizionamento in pompa di calore, l’installazione di nuovi termoconvettori a parete nell’interrato e di nuovi termoconvettori a soffitto a piano terra, e ancora, il rifacimento delle linee di adduzione dell’acqua al piano interrato, e l’installazione di nuovi serramenti in pvc ad alta efficienza energetica. La struttura è stata adeguata alla normativa antincendio – c.p.i., è stata acquistata e posata una nuova canalizzazione del motore per l’aspirazione dei fumi della cucina, e realizzato un nuovo impianto elettrico; sono stati sostituiti gli impianti idraulici ammalorati ed è stato realizzato un impianto di aspirazione interrato.

Leggi anche:  Reddito di cittadinanza: 698 convocati per il Patto di inclusione

Una vera e propria sfida quella che ha dovuto affrontare il team dei “Lavori Pubblici”, costretto a calendarizzare i lavori in pochi mesi a cavallo della tradizionale chiusura estiva. Solo per un brevissimo periodo, il servizio del nido è
stato trasferito all’interno del plesso che ospita le scuole primarie di Romano, ma alla ripresa delle normali attività i bambini sono stati regolarmente accolti nella nuova struttura.

Una corsa contro il tempo che ha viso impegnate più squadre di lavoratori, che hanno garantito la loro disponibilità anche nelle giornate di sabato e domenica.