Dopo una campagna abbonamenti che ha registrato il tutto esaurito, martedì 3 dicembre alle 21 si alza il sipario del Teatro Remondini per dare il via alla Stagione Teatrale della Città di Bassano del Grappa, realzzata grazie alla collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto e con il Circuito Multidisciplinare Arteven.

Al via la stagione teatrale della città di Bassano del Grappa

Ad inaugurare la Stagione  uno degli spettacoli più popolari degli anni ’80, qui in una prodizione di Infinot Teatro,  Coppia aperta quasi spalancata, messa in scena tratta dall’omonimo libro scritto da Dario Fo e Franca Rame nel 1983, con la regia di Alessandro Tedeschi.

Protagonista femminile la spumeggiante Chiara Francini , che insieme ad Alessandro Federico, porta sul palco un’indagine sulla psicologia maschile e la relativa insofferenza al concetto di monogamia.

Una classica commedia all’italiana che racconta la tragicomica storia di una coppia di coniugi, figli del sessantotto e del mutamento della coscienza civile del bel paese. L’evoluzione del patrimonio borghese è visto alla luce delle riforme legislative degli anni Settanta e le trasformazioni dei nuclei familiari e del loro andamento del punto di vista socioantropologico.

Leggi anche:  Incontro sulla Tastiera, gospel, soul e upbeat il 5 dicembre nella chiesa di San Gaetano

L’energica Antonia incarna l’eroina perfetta di tutte le mogli tradite e racconta con ironia la loro “sopravvivenza” tra le mura domestiche. Pur di continuare a stare vicino al marito, la protagonista decide di accettare l’impensabile. Così tra dialoghi e monologhi brillanti si snodano gli episodi più assurdi. Soltanto quando nel cuore di Antonia si insidia un nuovo uomo, giovane e intelligente, il marito sembra accorgersi dell’esistenza della moglie, del suo essere donna, del suo disperato bisogno di essere amata e considerata.

Ironica quanto basta e sensuale quando vuole, Chiara Francini è un’artista eclettica, un vulcano di carisma e vitalità, con importanti ruoli sul piccolo e grande schermo, conduzioni al fianco di pilastri della tv come Pippo Baudo e un esordio letterario con 45.000 copie vendute e 8 ristampe. Qui si mette alla prova con un testo importante, che celebra il ruolo della donna all’interno della coppia.

Un inizio di Stagione spumeggiante, che proseguirà poi il 18 dicembre con il prossimo appuntamento Canto di Natale da Cherles Dickens prodotto da la Piccionaia.