Vicenza, parla l’anziano vittima del “trucco dell’abbraccio”

E’ dettagliato il racconto di Gian Oreste Zanella, 84enne di Vicenza, che giovedì 8 agosto è stato vittima del “trucco dell’abbraccio” in viale Trento in centro storico. Rapinato e ferito mentre andava a comprare il pane. L’uomo racconta di essere stato avvicinato all’improvviso da una ragazza ventenne che diceva di voleva lasciargli il numero di un’amica badante, scritto in un bigliettino che la giovane insistentemente porgeva al signore forse con l’intento di distrarlo e confonderlo.

A fare da complice un’amica che, avvicinatasi in un secondo momento, ha preso parte alla messa in scena dicendo di essere la badante in questione e di essere in cerca di lavoro. Con fantomatiche scuse di ringraziamento la giovane ha abbracciato il signor Zanella che, senza sentire assolutamente nulla, si è ritrovato con una ferita al polso che gli è costata il furto dell’orologio modello “Piguet” del valore di 6 mila euro.

Fuggite rapidamente le due donne assieme a un complice che le attendeva su un’auto bianca. Il pensionato è stato portato in ospedale per essere medicato. Le indagini della polizia sono in corso.