Gallio, due arresti per furto d’acqua

Furto d’acqua dalle chiuse dei vigili del fuoco. E’ questa l’accusa che ha fatto scattare due arresti a Gallio. I carabinieri forestali di Conco e di Carpanè in collaborazione con i Carabinieri della stazione di Asiago hanno svolto un’operazione congiunta che ha portato all’arresto del 55enne F.S., conduttore di una malga, domiciliato a Gallio ma residente a Camisano Vicentino, e del suo aiutante F.B., 56enne residente a Selvazzano Dentro, nel Padovano.

Sembra che i due uomini già da tempo durante ore serali si spostassero verso Val dei Ronchi, in territorio di Gallio, con un furgone attrezzato con pompa idraulica, cisterne e una manichetta apposita per l’attacco all’idrante, rifornendosi gratuitamente dell’acqua usata dai pompieri per l’eventuale spegnimento di incendi. Acqua che scorreva nelle condotte pubbliche di Etra e che serviva probabilmente per l’attività interna della malga, autorizzata all’agriturismo.