Stasera a Cartigliano arriva “La stanza del sorriso”: un film per aiutare chi soffre

Affrontare la malattia con il sorriso sulle labbra, far crescere la speranza di superare le difficoltà del cancro attraverso la bellezza dell’arte, del cinema e del canto: sono questi i messaggi che il regista Enzo Dino trasmette al pubblico con il suo film «La stanza del sorriso». Un lungometraggio che ha riscosso consensi, applausi e dato spunto a più di qualche importante riflessione in giro per le sale di tutta Italia. Sabato 14 settembre, alle ore 20.30, sarà proiettato al Cinema «San Pio X» di Cartigliano.

Un evento organizzato e promosso dal Comune di Cartigliano e dall’Assessorato al Sociale che vedrà la partecipazione in prima persona del regista, del produttore esecutivo Elena Rotari e del compositore della colonna sonora Alberto Masoni. Oltre ai tre membri dello staff che ha dato vita alla pellicola, ci saranno anche i rappresentanti di due importanti realtà come l’«Associazione Oncologica San Bassiano-Onlus» e «Help naso rosso» a cui sarà possibile donare un contributo per sostenere l’eccezionale lavoro di supporto e vicinanza ai malati oncologici e non solo. Presente anche l’Assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin.

«Questo film è per me uno schiaffo alla vita – commenta Nicoletta Bresolin, Assessore al Sociale e Politiche Giovanili dell’Amministrazione cartiglianese – una sorta di risveglio, rinascita, per trovare dentro la forza, la determinazione e la bellezza di affrontare le piccole e le grandi sfide con il sorriso. Spesso l’errore più grande che si può fare è quello di non apprezzare ciò che si ha, preferendo rimpiangere quello che ci manca. E così si finisce col trascurare i dettagli, i particolari del nostro quotidiano che invece sono la nostra vera ricchezza. Portando questo film a Cartigliano, vorrei invitare il pubblico a riflettere su sé stessi, sugli altri e sul valore prezioso della vita che molte volte passa in secondo piano, finendo oscurato dietro alle banalità. Ma dopo il buio c’è e ci deve essere la luce, il sole. Il dibattito che animerà i minuti prima della proiezione servirà proprio per lanciare un messaggio di speranza e, al tempo stesso, un inno alla vita».

Il film è nato a partire da una storia vera, una esperienza di malattia e di cura in un Istituto Oncologico, che ha convinto Enzo Dino (in collaborazione con Elena Rotari e Davide Piazzolla) a realizzare la pellicola, dedicata alle tematiche oncologiche, per le quali persiste ancora oggi una grande ritrosia e difficoltà a raccontare. Il regista, dopo avere affrontato personalmente la malattia oncologica, ha così deciso di raccontarne la parte sociale riuscendo a trovare le chiavi per aprire le porte della riflessione, della fiducia nel futuro e soprattutto della fantasia. L’ingresso al Cinema di Cartigliano per assistere al film è gratuito.