La festa del quartiere Concordia a Tezze sul Brenta

E’ riduttivo definire la festa del quartiere Concordia una semplice festa di quartiere. Tutto ha inizio qualche anno fa, quando gli abitanti del quartiere si sono riuniti per la prima volta. Allora si erano affezionati ad uno spazio verde, proprio in via Concordia, un’oasi di pace. Però erano necessari dei lavori di manutenzione per tenere l’area pulita e in ordine, così si sono rimboccati le maniche e una volta terminati i lavori, rimanevano a chiacchierare assieme. Fu così che il 3 luglio 2012 è nata l’ormai tradizionale festa. Allora si svolgeva in strada che per l’occasione veniva chiusa al traffico ed era riservata esclusivamente ai residenti. Anno dopo anno quell’area verde si attrezzava sempre di più. Sono apparsi i primi scivoli e le giostre per i bambini.

La tappa fondamentale è stata la nascita di un comitato che è composto da sette elementi. Grazie ai contributi del comune, un po’ alla volta sono stati raccolti i fondi per la costruzione del capitello e della casetta in legno. Lo scorso anno è stata così inaugurata questa struttura alla presenza di Padre Cerantola e le autorità comunali. Nel frattempo, la festa ha allargato i propri orizzonti per cui chiunque può parteciparvi. La sesta edizione si è svolta sabato 13 luglio e ha visto la partecipazione di ben 120 persone. Nutrita la rappresentanza dell’amministrazione comunale, presente il vicesindaco Lago, il presidente del consiglio comunale Brotto e i consiglieri Olivetto e Toffanello. Il comitato ha montato il tendone, distribuito le bevande e allestito una ricca lotteria; il Gruppo Giovani di Granella si è occupato della cucina; mentre il gruppo «Menage a Trois» composto da ragazzi del quartiere, ha intrattenuto il pubblico con la musica.

«Ringrazio tutto il comitato – afferma il presidente Massimo Piotto – e tutte le persone che hanno speso tempo per preparare questa festa. Un grazie va anche le amministrazioni comunali presenti e passate. Ci tengo a citare uno ad uno i membri del comitato che presiedo: il vicepresidente Ivano Bonfiglio, Monica Marchetti, Simonetta Bernardi, Lino Minuzzo, Orfeo Bizzotto, Emanuele Piva e Fabio Battocchio. Nonostante la nostra festa si sua allargata, l’obiettivo rimane invariato: attualmente nel quartiere vivono circa 150 famiglie e poche di queste sono originarie di Tezze: La festa ci aiuta a farci conoscere. La casetta di legno l’abbiamo voluta e finalmente lo scorso anno l’abbiamo inaugurata. Dopo avercela data allo stato grezzo, grazie alla nostra buona volontà, l’abbiamo arredata e sistemata. Non organizziamo soltanto l’annuale festa del quartiere, ma la festa di Halloween e, grazie alla collaborazione della libreria “Campanellino”, facciamo delle letture animate per i bambini. Inoltre A Pasqua c’è la “Caccia all’uovo”. Ogni mese il comitato si ritrova per fare il punto della situazione e a fine anno facciamo la cena in un locale della zona».